LE TRADIZIONI NAPOLETANE DELLA CENA DELLA VIGILIA

LE TRADIZIONI NAPOLETANE DELLA CENA DELLA VIGILIA

Quale serata migliore della Vigilia di Natale per gustare un’ottima cena a base di pesce?

Per fortuna manca davvero pochissimo alla cena più attesa dell’anno e, anche se quest’anno sarà un po’ diversa dal solito, possiamo sempre consolarci con degli ottimi piatti.

La tradizione napoletana, poi, ci insegna che il cenone della Vigilia deve essere rigorosamente a base di pesce, vediamo quindi quali sono due immancabili ricette della tradizione partenopea per la Vigilia di Natale.

 

Baccalà fritto

Nella cena della Vigilia non può assolutamente mancare il baccalà fritto, spesso accompagnato da pezzi di capitone fritto o in umido. Il baccalà, re delle tavole natalizie, deve però essere ben spugnato e non troppo salato. Vediamo insieme come prepararlo.

 

Ingredienti:

- 650 gr di baccalà dissalato

- 30 gr di farina

- 500 ml di olio di semi

 

Preparazione:

La prima cosa da fare per preparare il baccalà fritto sarà quella di levare la pelle e rimuovere le lische. Una volta pulito, dovrete tagliare il baccalà a fette di circa 3-4 cm di spessore e dividere quelle più grandi. A questo punto, versate la farina in una ciotola e cominciate ad infarinare i pezzi di baccalà che andranno poi posizionati in un vassoio.

Versate l’olio in una padella e fatelo scaldare per qualche minuto, per poi procedere con la frittura del vostro baccalà. Ricordate di scolarli bene in seguito alla frittura! Il vostro delizioso antipasto natalizio sarà così pronto per essere gustato in compagnia delle persone a voi care.

 

Spaghetti con le vongole

Anche se molti preferiscono un primo piatto con scampi, astice o con la deliziosa pescatrice,  la tradizione napoletana parla di vongole, talvolta con l’aggiunta di lupini per dare un tocco extra di sapore. Vediamo come preparare il primo piatto del cenone della Vigilia seguendo la vera ricetta napoletana.

 

Ingredienti:

- 400 gr di spaghetti 

- 5-600 gr di vongole veraci 

- 2 spicchi d’aglio 

- q.b. olio d’oliva 

- q.b. prezzemolo tritato 

- q.b sale

- q.b peperoncino

 

Preparazione: 

Innanzitutto, dovrete far scaricare le vongole in una pentola con acqua per circa un’ora e portarle ad ebollizione per fare in modo che i frutti di mare si aprano. Nel frattempo, fate soffriggere l’aglio in una padella fino a che non diventa dorato. A questo punto potrete sgusciare le vongole (ricordando di tenerne qualcuna da parte per la decorazione finale del piatto) e continuare a farle cuocere nella padella aggiungendo il prezzemolo e un pizzico di sale. Dopo aver cotto gli spaghetti, uniteli al sugo delle vongole e lasciateli insaporire per qualche minuto aggiungendo, se volete, un po’ di peperoncino. Accompagnate il tutto con un bicchiere di vino bianco e assaggerete una vera prelibatezza!

 

Queste erano solo due delle ricette più famose della tradizione napoletana per la cena della Vigilia ma ne esistono davvero tantissime! Armatevi quindi di forchetta e coltello e preparatevi alla cena più ricca e saporita dell’anno. Buone feste a tutti, alla prossima! 

 
Condividi questo post: